Mostra fotografica “Immagini liberate” di Elio Cardillo

Mostra fotografica “Immagini liberate” di Elio Cardillo.
Luoghi, uomini e storie della mia terra, foto in bianconero dal 1970 al 1974.
Esposizione presso i locali del “Ex Pescheria” a Lentini sabato 7 e domenica 8 Maggio 2011.

Presentazione di Pippo Pappalardo.

L’inaugurazione della mostra è Sabato 7 maggio 2011 alle ore 19.00 e saranno con noi i musicisti Salvo Amore e Stefano Cardillo che ci accompagneranno con le loro note nella visione delle foto.

Orario di apertura mostra di Domenica 8 maggio: dalle ore 10.00 alle 12.00 e poi dalle ore 18.00 alle 21.00.
**********************************************************************************
Le immagini devono essere solo belle o possono anche raccontare?
Si impongono oggi nuove chiavi di interpretazione e valutazione delle immagini: le immagini da pellicola non possono, e non solo tecnicamente, confrontarsi nelle loro lettura con quelle digitali.
Nelle immagini digitali i motivi di fondo sono la costruzione estetica e la sorpresa della loro sceneggiatura, per non parlare del colore squillante e della impressionante definizione dei dettagli che rischiano di portare l’attenzione su elementi marginali.
Nelle foto da pellicola invece si coglie l’atmosfera e la poeticità del momento, colto di istinto e con un solo scatto: nessun ripensamento, nessun controllo immediato dell’immagine prodotta, nessun accanimento, dopo aver controllato i risultati non adeguati.
Nella immagine bianconera da pellicola si coglie un prima e un dopo, una storia in divenire, un racconto da condividere.
Dell’uomo ne racconta la fatica, i progetti, la forza, la precarietà.

La mostra raccoglie le immagini in quattro sezioni:

Sezione Case vive:
Case che custodiscono umanità, storie e sentimenti.
Le strutture diventano esse stesse vive, camminando quasi con le persone che le abitano.

Sezione colori nascosti:
A volere lèggere dentro le immagini di questa sezione ci appaiono le anime dei personaggi.
Il loro apparire esteriore anzi facilita la condivisione dei loro progetti che sono ora di vita e di speranza, ora di solitudine e di angoscia.

Sezione luce bianca e luce nera
La luce è la vera protagonista.
Non solo si posa sui corpi e sulle cose, ma le arricchisce entrando silenziosa dentro le forme.
Il risultato è come se le stesse ombre brillassero di luce propria.

Sezione vita viva
La macchina fotografica viene quasi invitata non solo ad essere testimone ma anche a condividere la vita dei personaggi.
Il sorriso diventa tenerezza e la piccola storia diventa motivo di riflessione e di fuga verso delicatezze insperate.

Elio Cardillo


Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per inserire un commento